Crea sito
Fumetti & Co.,  Recensioni

Fumetti & Co: Dove nessuno può arrivare, di David Rubín

Anche gli eroi, nel loro piccolo, piangono. E’ ciò che si potrebbe dire del giustiziere mascherato creato dalla matita di David Rubín. Ma qual è l’identità che si cela dietro il controverso personaggio che si aggira da qualche tempo in città? E soprattutto: chi era in passato l’uomo che oggi si comporta come un supereroe? Cosa ha fatto di lui un paladino della giustizia?

Dieci anni prima Alex era solo un pugile, neanche tanto bravo, un uomo succube del suoi momenti di malinconia che un giorno all’improvviso ha scorto una luce all’orizzonte, Ana. Ana ha riempito le sue giornate d’amore, ma anche la felicità più potente è destinata a scontrarsi e a volte anche soccombere quando aleggia nell’aria il demone della depressione… Passato e presente si mescolano in questa graphic novel che dimostra come a volte anche gli eroi più buoni abbiano la loro origine e trovino la loro forza dal dolore.

Dove nessuno può arrivare è la prima opera importante di David Rubín, con la quale ha vinto nel 2006 il primo premio come autore rivelazione al Salone Internazionale del Fumetto di Barcellona. Certo, stiamo parlando di un autore che da poco si è affacciato al panorama internazionale e che sicuramente ha ancora bisogno di crescere, soprattutto sui passaggi temporali della narrazione, a volte davvero troppo sbrigativi, ma come sottolinea Miguelanxo Prado nella prefazione all’opera “Sono convinto che David Rubín continuerà a darci dei buoni fumetti, perché credo sia un autore “di razza”, in quanto, nonostante si cimenti in altri campi (come l’animazione), non potrà mai ripulire il suo sangue dal veleno della vignetta e avrà sempre bisogno di raccontarci qualcosa tramite nuove pagine.” Ed è proprio questo che spinge maggiormente il lettore a immergersi nella storia, pagina dopo pagina: la percezione di trovarsi innanzi ad un autore che ha qualcosa da dire, magari a tratti ancora un po’ grezzo, ma già in grado di far trasparire nel racconto quella poesia e quella lirica che conferiscono valore ad una graphic novel.

Il mio voto:

Roberta Taverna

Titolo: Dove nessuno può arrivare
 Autore: David Rubín
 Casa editrice: Tunué
 Prezzo: euro 7,90
 Pagine: 64