Crea sito
Articoli

America tra le righe su Rai 5

Un road movie letterario: ecco una semplice definizione per America tra le righe, il programma in onda su Rai5 Letterature. Si tratta di un documentario realizzato dal giornalista, critico e scrittore francese François Busnel, il quale, a bordo della sua auto, racconta gli Stati Uniti attraverso i libri.
Inutile dire che l’influenza culturale e politica degli Stati Uniti è pressante ed onnipresente in tutto il mondo, dalla Coca Cola alla musica, dalla politica al cinema, che molte volte è strettamente connessa alla letteratura moderna, si pensi al fenomeno di Hunger Games di Suzanne Collins, ai thriller di Clive Owen, allo Shining di Stepen King.
Senza dubbio, ciò che tuttavia conosciamo meno è quella parte della letteratura che attinge direttamente alla cultura eterogenea che nasce dalla convivenza di afroamericani, latinoamericani, nativi d’America, europei. La parte più nobile e

Gli episodi sono visionabili online.complessa dei libri, che fa domande, solleva polemiche e indaga nelle crepe delle belle facciate del Midwest, o nello squallore dei quartieri bassi. Libri in cui la finzione serve solo come pretesto per questioni più profonde del pur nobile intrattenimento: Ragazzo Negro, Il colore Viola, On the Road e via discorrendo. Ecco, è questo ciò che rende interessante Les carnets de route de François Busnel (è il titolo originale di America tra le righe): il fatto che il critico francese narri gli Stati uniti attraverso l’aspetto più brillante e profondo della letteratura statunitense.

America_Tra_le_righeIl programma è andato in onda su France 5 tra l’ottobre 2011 e maggio 2012, una volta al mese, all’interno della rubrica La Grande Librarie dello stesso Busnel. Si compone di otto film-documentari* di circa 60 minuti l’uno, in cui il critico incontra i grandi scrittori contemporanei e li intervista sulla visione che hanno del proprio paese. Si parla di identità, ricordi, convivenza, civiltà, cultura, poesia, diritti civili.

America tra le righe è un ritratto davvero inedito degli Stati Uniti, realizzato con un approccio moderno, tipico dei moderni documentari, ordinato senza essere didascalico, interessante ma non sopra le righe, con un ritmo adeguato. Busnel, attuale direttore del giornale Lire, incontra autori come Paul Auster (di cui vi consigliamo vivamente Mr. Vertigo), Jonathan Franzen, Peter Matthiessen, Joyce Carol Oates, James Ellroy.

Una nota: “Rai5 Letterature”, viene descritta in rete così:

“Dai classici ai contemporanei: reading, monologhi, narrazioni e contaminazioni con musica, documentari e serie legati al tema della letteratura”.

Il palinsesto sembra buono, certamente questa iniziativa, mirata a coniugare servizio pubblico e cultura di un certo livello, va incoraggiata e sostenuta.

Jay Perry