Books & Pop Corn: “Assassinio sull’Orient Express” di Agatha Christie

Cosa succede se durante un viaggio in treno viene trovato un cadavere? E se questo treno rimane bloccato nella neve? Questo è lo scenario che si ritrova ad affrontare uno dei più celebri detective della storia, Hercule Poirot che durante un suo viaggio si ritrova sul treno Simplon Orient Express (Istanbul-Trieste-Calais) con altre persone tutte terrorizzate dall’accaduto. Il cadavere è quello del signor Ratchett che anche dopo la sua morte nasconde molti segreti, uno tra i tanti la sua vera identità.
L’assassino sarà uno dei passeggeri oppure sarà scappato durante la notte? Queste e altre mille domande si porrà Poirot che tra indizi, interrogatori, analisi della scena del crimine e deduzioni arriverà alla risoluzione del caso.

Un romanzo intelligente e ben costruito che terrà il lettore incollato fino all’ultima pagina.
La storia si svolge nell’arco temporale di qualche giorno e attraverso i racconti e le indagini entreremo in contatto con tutti i passeggeri che tra bugie, rivelazioni e testimonianze ci racconteranno la loro storia.

A Dicembre 2017 è uscita una nuova trasposizione cinematografica, prodotta dalla 20th Century Fox, il cast è composto da attori del calibro di Kenneth Branagh nei panni di Poirot, Penèlope Cruz, Johnny Depp, Judi Dench.
Nel complesso il film è molto fedele allo scritto di Agatha Christie se non fosse per qualche scena aggiunta  per rendere il tutto meno statico e più adrenalinico.Le ambientazioni, sia quelle prima di salire sul treno che quelle girate sul treno stesso sono davvero ben fatte, i paesaggi sono maestosi e dai colori vivi.
Il film assume colorazioni azzurrognole quando il focus dell’azione si svolge all’interno del treno, i colori e i costumi si armonizzano con la neve bianca e il cielo azzurro.I personaggi sono ben caratterizzati, ognuno ha una personalità ben delineata.Il personaggio di Poirot è davvero ben fatto e conquista la scena con un paio di baffoni giganti.
Il film è riuscito, un buon giallo che tiene lo spettatore incollato allo schermo, creato per conquistare un nuovo pubblico che non si è mai avvicinato alla giallista più famosa del mondo e per riportare alla memoria dei più affezionati uno dei suoi più grandi capolavori.

Il mio voto :

 

Alessia  Cozzi

Titolo: Assassinio Sull’Orient Express
 Autore: Agatha Christie 
 Casa editrice: Mondadori
 Prezzo: 12,00 euro
 Pagine: 216
Precedente In libreria: "Gli eroi di via Fani" di Filippo Boni Successivo Inkbooks Reading Challenge: "Hanami" di Manuela De Angelis