Inkbooks Reading Challenge: “La donna in bianco” di W.W.Collins

Continua la nostra Inkbooks Reading Challenge 2017 – #LettoreSpericolato, un’iniziativa che unisce redazione e lettori in una sfida lunga un anno. Per saperne di più e unirvi al nostro gruppo facebook vi indirizzo all’articolo specifico. Oggi ci occupiamo di “un tomo”.

Apparso per la prima volta sulla scena letteraria inglese a partire dal 1859, La donna in bianco è uno dei più noti e apprezzati romanzi di William Wilkie Collins. Il testo fu studiato per apparire a puntate sulla rivista dell’amico Charles Dickens “All the Year Round” – come da tipica usanza dell’epoca – e ottenne una trionfale accoglienza da parte del pubblico di lettori che rimasero letteralmente stregati dagli intrecci misteriosi e dai personaggi ambivalenti che si muovono tra le pagine.

La struttura della narrazione prevede la presenza di differenti narratori e testimonianze che si intersecano al fine di costituire la trama generale di questo mystery tenue. Ciascuno dei personaggi, anche quelli minori, trova la propria voce, la propria occasione di raccontare le vicissitudini da un punto di vista differente rispetto a quello di tutti gli altri. Questo stratagemma, congeniale per la pubblicazione a puntate, consente a noi lettori di ricevere, al termine della vicenda generale, un’idea circolare e completa di quanto accaduto: ogni punto oscuro viene, infine, illuminato e spiegato; viene dato un senso ai più piccoli dettagli, alle parole nascoste nei diari, alle allusioni confessate nelle lettere.

La vicenda principale ruota attorno all’inspiegabile somiglianza tra due donne – Laura e Anne – i cui Destini sono opposti e contrari: tale caratteristica consentirà ad alcuni dei villain del romanzo di agire seguendo i loro scopi gretti, gettando nell’infelicità e nella miseria chi, al contrario avrebbe desiderato la realizzazione delle proprie aspettative artistiche e romantiche. Le investigazioni, i viaggi e i rischiosi tête-à-tête del protagonista cercheranno di sciogliere le matasse delle macchinazioni nemiche, per riportare la serenità e la giustizia nelle mani dei buoni.

Una lettura con momenti di viva curiosità e istanti di ferrea staticità, che mi sento di consigliare anche per il suo valore letterario e la maestria di un autore del calibro di Wilkie Collins, che riesce a tessere una trama intricata e lunghissima senza mai perdere il filo conduttore principale, creando delle connessioni tenaci e costanti, durature.

Il mio voto:

Matteo Zanini

Titolo: La donna in bianco
 Titolo originale: The Woman in White
 Autore: Wilkie William Collins
 Casa editrice: Newton Compton Editori
 Prezzo: 4,90 €
 Pagine: 507
Precedente In libreria: "Non fare scene!" Successivo In Wonderland: "La barca volante" di Massimiliano Frezzato