Inkbooks Reading Challenge: L’amore bugiardo, di Gillian Flynn

Nuovo appuntamento con la Inkbooks Reading Challenge (per saperne di più e unirvi al nostro gruppo facebook vi indirizzo all’articolo specifico). Oggi spuntiamo la voce:Un libro ambientato in America.

9788817077231_0_0_1508_80Ricordo che era dicembre. Ricordo una serata al cinema con gli amici. Ricordo di essermi innamorato della trasposizione cinematografica de L’amore bugiardo a tal punto che, alla scoperta dell’esistenza di una versione romanzata, non ho saputo resistere: dovevo necessariamente tuffarmi all’interno della storia che aveva generato un simile capolavoro. Ecco, il romanzo non è da meno – niente affatto da meno.

Le vicende di Nick Dunne ed Amy Elliott Dunne – marito e moglie, americani, splendidamente innamorati – vengono presentati a noi lettori tramite i rispettivi punti di vista (scelta vincente, a mio avviso, è stata senz’altro quella di avvalersi di due differenti traduttori, per donare una diversa sfumatura alle voci “italianizzate” dei protagonisti). Il racconto degli albori della frequentazione tra Amy e Nick e i successivi cinque anni di matrimonio è preceduto dalla sconcertante notizia della scomparsa di Amy – avvenuta proprio il giorno del quinto anniversario di nozze. Misteriosa appare la scena che i poliziotti si trovano di fronte, insensati sembrano i gesti compiuti da Nick nelle ore e nei giorni immediatamente successivi al fatto, determinanti appaiono alcuni bizzarri indizi (caccie al tesoro, oggetti, transazioni di pagamenti on-line, alibi inesistenti) che conducono, dapprima l’opinione pubblica e successivamente le autorità, a ritenere Nick il solo responsabile della scomparsa della moglie.

A metà del romanzo le carte vengono definitivamente rimischiate, sorprendendoci come pochi romanzi di questo genere – oggigiorno – sanno fare. Sfido chiunque non conosca già la trama di Gone Girl a non restare completamente a bocca spalancata di fronte allo svelamento delle verità.

Un romanzo strutturalmente perfetto, che conduce il lettore all’interno delle menti dei due protagonisti in un climax ascendente, confondendo le supposizioni, non lasciando spazio alla prevedibilità, portandoci anche a riflettere sull’effettivo valore dei rapporti sentimentali, sulla necessità di coltivarli con onestà – giorno per giorno – sulla labilità che, talvolta, accarezza il confine tra verità e menzogna.

Il mio voto:

Matteo Zanini

Titolo: L’amore bugiardo
 Autore: Gillian Flynn
 Casa editrice: Rizzoli
 Prezzo: 16,15 €
 Pagine: 459

I commenti sono chiusi.