Inkbooks Reading Challenge: “Una più del Diavolo” di Lorenzo Vargas

Continua la nostra Inkbooks Reading Challenge 2017 – #LettoreSpericolato, un’iniziativa che unisce redazione e lettori in una sfida lunga un anno. Per saperne di più e unirvi al nostro gruppo facebook vi indirizzo all’articolo specifico. Oggi ci occupiamo di “Un libro edito da un editore indipendente”.

“E non sembrerebbe comunque strano per loro vedere
un essere umano che passeggia indisturbato per l’inferno?”
“No, succede più spesso di quanto sembri. Con Dante Alighieri
l’hanno presa bene. Possiamo andare allora? Altre domande?”

Partiamo dal presupposto che il Diavolo – Lucifero o Satana che dir si voglia – non abbia una nomea proprio delle migliori. Senza dimenticare la rappresentazione del suo regno infernale fornita da Dante Alighieri nella Divina Commedia. Insomma, parte giusto un “filino” svantaggiato se paragonato alle alte cariche angeliche. Inoltre, siamo poi così sicuri che non ci sia nessuno peggio di lui?
Proseguiamo con un’altra imponente figura, l’Angelo dei Segreti, il cherubino Raziel, spesso nostalgico dei tempi della Creazione quando Lucifero era ancora la Stella del Mattino.
Pensiamo poi ad un ragazzo, rispondente al nome di Giovanni Archei, con capelli ondulati rosso fuoco lunghi fino alle spalle, aggiungiamoci baffi e pizzetto, un altezza di appena un metro e sessantacinque e una giacca di pelle sformata. Un giovane come tanti altri se consideriamo il fatto che sia il cantante della band dei Project Wasserman.
Cosa accomuna i personaggi che vi ho appena presentato? Diciamo che sono gli elementi portanti di Una più del Diavolo, nuovo lavoro del giovane Lorenzo Vargas, finalista di Masterpiece – talent letterario targato Rai.
Provate ad immaginare che il suddetto Re degli Inferi sparisca nel nulla e che questo porti inevitabilmente uno squilibrio nella bontà di Dio. Già, un bel problema, tanto per usare un eufemismo. Ma l’umanità ha dalla sua un coraggioso prescelto che saprà sicuramente cosa fare, giusto? Beh, diciamo che il nostro Giovanni non sarà proprio così entusiasta di ricoprire tale ruolo. Inoltre, ne sarà in grado?
L’intero romanzo è una lunga avventura che si snoda tra Terra, Inferno e Paradiso. Avremo un biglietto per fare un viaggio surreale, durante il quale faremo la conoscenza di personaggi ad dir poco eccentrici ed originali e ci troveremo a vivere le situazioni più impensabili.

Vargas utilizza uno stile incisivo, graffiante ed irriverente che riesce a coinvolgere in toto il lettore, mescolando con abilità momenti di suspense e tensione ad altri maggiormente ironici, infilando di tanto in tanto anche qualche punta di splatter, fino ad arrivare all’inaspettato finale.
Un’ottima prova, soprattutto per la creatività mostrata e per non essere caduto in nessun cliché.

“Nelle orecchie gli risuonarono le probabili parole di sua madre:
– Una cosa ti era stata chiesta, una! Salvare il mondo dall’apocalisse! –
Invece no! Tu devi stare le ultime due ore del mondo a pensare cosa
direi a riguardo! Il solito perditempo!”

Il mio voto: 

Sara Bellodi

Titolo: Una più del diavolo
Autore: Lorenzo Vargas
Casa Editrice: Las Vegas
Prezzo: € 15.00
Pagine: 280

Precedente In libreria: "Amalia e Guido" di Alberto Moretti Successivo "Parlare a raffica" di Lauren Graham: la recensione

Lascia un commento

*