Leggere esordienti: “Le cronache di Ravanphis” di Alessandro Bugliazzini

Le cronache di Ravanphis è una trilogia dedicata al mare, alla magia e ai pirati.
I personaggi principali, che troviamo sin dal primo libro sono Kalatur e Farthan costretti a viaggiare insieme e diametralmente opposti tra loro; Farthan è fedele al suo imperatore e cerca sempre di impegnarsi al meglio in tutto quello che fa. Nonostante la sua scorza dura ha a cuore tutta la sua ciurma.
Kalatur è l’esatto opposto, un uomo sicuro di se, intelligente, subdolo e pronto a tutto pur di mantenere il potere sui suoi uomini.

L’ambientazione principale dell’intera trilogia è sicuramente quella del mare, con le sue acque scure e la sua immensità fa da sfondo alle vicende e alle storie dei nostri personaggi.
Il lavoro svolto da Bugliazzini è ben fatto, è riuscito a costruire un mondo a se stante con regole e personaggi che hanno una voce propria.
Un elemento particolare e che mi ha incuriosito molto è quello del Totem, particolari oggetti in legno dalle forme più disparate, a volte maledetti altre volte miracolosi e che svolgono un ruolo importante nella vite dei naviganti.
L’autore è riuscito ad introdurre questo oggetto all’interno del romanzo in maniera molto naturale e questa cosa mi è piaciuta molto.
Lo stile di scrittura dell’autore è davvero molto dettagliato, nulla è lasciato al caso, tutto è descritto nei minimi dettagli, come una fotografia messa davanti agli occhi del lettore e questo rende il tutto più vivido ma allo stesso tempo forse rendono la lettura un po’ troppo pesante e faticosa ma superato l’ostacolo si procede con tranquillità.
Bugliazzini riesce a farti immergere nelle pagine del suo romanzo, ti porta nel suo mondo e ti fa partire per una nuova avventura tra vendette, sangue, magia e giochi di potere.
Per quanto il libro sia interessante e davvero ben congegnato, ogni tanto la mia attenzione si perdeva a causa dei molti personaggi e delle descrizioni fin troppo lunghe.

I personaggi pur essendo interessanti, non hanno catturato la mia attenzione, forse quello che maggiormente mi ha convinto, probabilmente perché è l’unico disposto ad aprire il suo cuore è Farthan; per il resto nessuno mi ha conquistato particolarmente.
Nonostante alcune parti non mi abbiano convinto a pieno il romanzo è interessante e godibile.

Il mio voto: 

Alessia Cozzi

Titolo: Le cronache di Ravanphis 
Autore: Alessandro Bugliazzini 
Casa editrice: Self-publish 
Prezzo: e-book 2,99 €
Pagine: 822
Precedente In libreria: "Assalto a Villa del Lieto Tramonto" di Minna Lindgren Successivo Leggere esordienti: "La ragazza che non sapeva respirare le nuvole" di Sivio Donà

Lascia un commento

*