Crea sito
Leggere in musica,  Recensioni

Leggere in musica: Acqua e Sweet Lullaby

“Non esiste nulla che sia totalmente giusto o sbagliato, piuttosto ci sono cose che hanno un senso e cose che non ce l’hanno”

cover (1)Il dolore, qualunque sia la forma in cui si manifesti, è un qualcosa che non vorremmo sperimentare o da cui vorremo separarci al più presto. Ovviamente la sua intensità e la capacità di sopportarlo sono molto soggettive. Tuttavia è una di quelle sensazioni che prima o poi tutti ci troviamo costretti ad affrontare. Il dolore dovuto al perdere qualcuno. Il dolore fisico causato da una malattia. Il dolore derivato dal sentirsi impotenti di fronte a sfide più grandi di noi. Il dolore provocato dalla consapevolezza di essere solo degli spettatori della propria vita e di esserci accontentati.
Come reagire a tutto ciò? Possiamo davvero aggrapparci alla speranza di stare meglio o è solo un’illusione?
Le protagoniste del romanzo Acqua di Rossana Copler sono molto più che amiche. Sono l’una l’ancora dell’altra, benché affrontino la realtà che le circonda in maniera completamente diversa.
Da una parte c’è Valentina che, intrappolata nella sua quotidianità, sembra aver rinunciato a tutti quelli che erano i suoi sogni e desideri. Dall’altra invece troviamo Lisa, una giovane donna che, fin da giovanissima, è stata messa a dura prova e che ha dovuto confrontarsi con il dolore, quello che ti toglie il respiro e che ti fa chiedere se riuscirai a rialzarti, perdendo entrambi i genitori.
Ed è proprio grazie a Lisa, nonostante il destino l’abbia di nuovo sfidata crudelmente, che Valentina troverà il coraggio di uscire dalla “gabbia” che si era autoimposta, intraprendendo un viaggio in Oriente.
Un viaggio di crescita, alla scoperta di se stessa, dei suoi sentimenti, dell’amore vero, delle sue emozioni e di avvicinamento ad una cultura così lontana da quella occidentale. Un viaggio che le permetterà in seguito di prendere per mano Lisa, camminando al suo fianco, senza arrendersi, lottando, attaccandosi con strenua forza e coraggio a quell’impalpabile filo di speranza. Perché a volte non è necessario capire, ma credere e fidarsi.

“Nella mia valigia non portavo solo vestiti e voglia di caldo;
il mio bagaglio era più pesante e molto più fragile: con me
partiva la speranza del domani.”

Sara Bellodi

Autore: Rossana Copler
Titolo: Acqua
Editore: Giovanelli Editore (collana Donoma)
Costo: ebook € 6.00
Pagine: 115
Colonna sonora: Sweet Lullaby dei Deep Forest