Crea sito
Leggere in musica,  Recensioni

Leggere in musica: “La figlia di Odino” e Luigi Einaudi

“Parlò del fatto che non sempre si può scegliere, e che la via sembra predestinata. Di come un giorno ci si sveglia chiedendosi dove mai ci si trovasse quando è stata presa una certa decisione.”

Sarò sincera: il fantasy è uno di quei generi che devo prendere a piccole dosi. È innegabile che permetta di viaggiare in luoghi che potremmo visitare magari solo nei nostri sogni, o forse neppure in essi. Nonostante ciò, a volte, trovo quei voli pindarici un po’ troppo inverosimili, nonostante non possa far altro che inchinarmi alla fervida inventiva dell’autore.

Nella maggior parte dei casi, uno degli elementi che mi fanno storcere il naso, è la capacità – inusuale, inaspettata e spesso rara – del personaggio principale nel padroneggiare quel determinato potere o abilità.

Ecco perché quando ho letto la trama de La figlia di Odino di Siri Pettersen, è scattato qualcosa. Sì, l’intero libro è ambientato nei regni di Ymslanda e i personaggi sono in contatto con il Dono, una sorta di forza che scorre sia negli elementi animati che inanimati – addirittura nelle pietre!

Tuttavia Hirka, quella che può essere definita a pieno titolo l’eroina della storia, è solo una ragazzina quindicenne con i capelli rosso fuoco che è l’esatto opposto della gente con cui vive. Non è in grado di evocare, è una “senzacoda”, una “figlia di Odino” e per queste sue mancanze si troverà a scappare come una reietta, con l’unica colpa di non avere altro se non la sua tenacia e il suo carattere. Durante il suo cammino, il lettore vedrà dipanarsi le leggi che governano la stirpe di Ym e le vicende di svariati personaggi che, probabilmente, rivedremo nei capitoli successivi (questo difatti è il primo volume della trilogia Raven Rings). Primo tra tutti Rime, l’enigmatico erede di una delle famiglie fondatrici del Consiglio, che si troverà a combattere al fianco della sua amica d’infanzia.

L’autrice è stata in grado di creare un mondo fantastico dalle fondamenta solide, mantenendo allo stesso tempo elementi di verosimiglianza con la nostra realtà. Inoltre, il suo stile fluido permette di immergersi totalmente nella lettura, senza quasi accorgersi che stiamo divorando con voracità più di seicento pagine.

Devo ammettere che non vedo l’ora di sapere cosa succederà ad Hirka dopo il cliffhanger finale…

“Un pensiero sciocco, ma si era ormai rassegnata al fatto che la mente ricorresse alle sciocchezze per sopravvivere. Ci si aggrappava a ciò che era opportuno credere, in determinate circostanze.”

 Il mio voto:


Sara Bellodi

Titolo: La figlia di Odino
 Autore: Siri Pettersen
 Casa Editrice: Multiplayer Edizioni
 Prezzo:  € 21,00 /ebook € 7,99
 Pagine: 631