Leggere in musica: “No exit” e Wildbirds & Peacedrums

 

“Il suo è il volto stesso del male.”

23 dicembre, antivigilia di Natale.
Una stazione di servizio di Wanapa, a tremila metri d’altitudine.
Una giovane ragazza, Derby, costretta a trovare riparo dalla bufera di neve.
4 sconosciuti insieme a lei.
Il sospetto di un crimine efferato che sembra compiersi davanti ai suoi occhi
in una notte che segnerà per sempre la sua esistenza.

No exit” è un romanzo adrenalinico e incalzante.
La rincorsa di Derby contro il tempo, i suoi tentativi di impedire un delitto atroce e di fuggire da morte certa scuotono il lettore in un’altalena di eventi forsennati.
La neve che rende ovattati i rumori, il gelo che congela il respiro, il buio dai tratti primordiali che ammanta una notte senza fine sono gli ingredienti di un’opera che ammalia e terrorizza.

In “No exitTaylor Adams (scrittore e regista americano) attacca tutte le più intime angosce umane: la paura dello straniero e di ciò che non si conosce, il timore del fallimento, il terrore che si prova quando ci si sente in trappola, l’agghiacciante consapevolezza che si avverte quando si realizza di essere stati vittima di false convinzioni.

Un romanzo che scorre a perdifiato, pagina dopo pagina, in bilico tra la narrazione splatter e il thriller psicologico. Un’opera che intrappola il lettore tra le montagne sperdute del Colorado, vittima del freddo, degli eventi, delle proprie insicurezze e della cieca furia omicida che non lascia scampo.
Un libro ideale per chi ama l’azione ed i colpi di scena, senza però perdere di vista la capacità dell’autore di saper dare coerenza e realismo anche alle storie più oscure e inquietanti.

Il mio voto:

Roberta Taverna

Titolo: No exit
Autore: Taylor Adams
Casa editrice: Dea Planeta
Prezzo: € 17,00 / ebook € 9,99
Pagine: 352
Precedente In libreria: "Armada" di Ernest Cline Successivo Fumetti & Co.: "L'uccellino azzurro" di Takashi Murakami

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.