Crea sito
Leggere in musica,  Recensioni

Leggere in musica: “Zorba il greco” di Nikos Kazantzakis

Una Creta petrosa che ricorda la Sicilia, uno scrittore inglese e un operaio che affronta la vita alla giornata. Sono questi gli ingredienti principali che ci offre lo scrittore greco Nikos Kazantzakis, il più celebre autore ellenico degli anni ’50, e che hanno preso vita nell’omonimo film di Michail Cacoyannis.

A raccontare la vicenda è proprio la voce dello scrittore inglese che si reca sull’isola di Creta per gestire una miniera di lignite. E’ proprio al porto, luogo emblematico della letteratura del Novecento, dove incontra un uomo “altissimo, magrissimo, dal cuore vivo e dall’anima grande e spontanea” ovvero Alexis Zorbas. E’ così che inizia l’amicizia tra due poli opposti di una stessa calamita: da un lato uno scrittore timido, molto sulle sue e, dall’altro, un’anima esplosiva e travolgente che gli insegnerà a godere delle gioie della vita e a non tirarsi indietro di fronte ad esse.

A fare da contorno a questi due personaggi sono anche la misteriosa e affascinante donna che tutti al paese chiamano “la vedova” e Madame Hortense che, a differenza delle altre donne, “si faceva il segno della croce con quattro dita”. Kazantzakis ci mostra la realtà sociale di una Creta arida, afosa e dedita all’agricoltura, alla pastorizia e alla pericolosa estrazione dei minerali in cui gli operai rischiavano ogni giorno la vita. Tra amori non corrisposti, infatuazioni momentanee, incidenti sul lavoro, episodi legati alla vita del villaggio e del convento dell’isola, le vicende tengono sempre viva l’attenzione di un lettore curioso e desideroso di conoscere la cultura e la crudele realtà di quest’isola tanto paradisiaca quanto angosciosa e difficile da vivere.

Il mio voto:

Maria Stupia

 Titolo: Zorba il greco
 Autore: Nikos Kazantzakis
 Casa editrice: Crocetti editore
 Prezzo: € 15
 Pagine: 383