Leggere in musica,  Recensioni

Leggere in musica: Alice through the looking glass e gli Starset

“La verità è un velo sottile che campeggia sulle cose.
O era forse la menzogna a farsi maschera e a
danzare sotto i miei occhi come una ballerina su
punte di cristallo.”

Cover(2)Ci sono dei personaggi di alcuni libri che hanno una forza particolare. A volte è il loro carattere, altre volte sono i comportamenti, o ancora, le loro parole. Ad ogni modo, indipendentemente dal motivo specifico per cui ci rimangono impressi, continuano a farci compagnia anche quando il volume di cui sono protagonisti è stato terminato.
Come ricorderete, mi ero follemente innamorata della caratterizzazione di Alice e della sua famiglia di Matti, nati dalla creatività di Alessia Coppola nei suoi “Alice from Wonderland” e “Blue Dream (qua la nostra recensione).
Mi sono spesso trovata a domandarmi cosa fosse accaduto a tutti loro nel lasso di tempo che intercorreva tra il romanzo e il racconto. Potete quindi facilmente immaginare la mia reazione quando ho scoperto che l’autrice ci avrebbe presto riportati nel loro mondo.
Alice Through the Looking Glass, rispetto ai titoli precedenti, ci avvolge in atmosfere maggiormente cupe, più sinistre e misteriose, racchiuse nelle terre del Regno di Ferro, Mechanicland. A far da padrone è il tema del dualismo: luce e ombra, ragione e sentimento, purezza e desiderio, sicurezza e sospetto, ma soprattutto, veglia e sogno.
Elementi che hanno una propria unicità, che possono prevalere l’uno sull’altro, ma che allo stesso tempo possono coesistere in ognuno di noi. La parte maggiormente difficile forse è proprio individuare una via che ci porti a trovare il giusto equilibrio.
La narrazione avviene sempre in prima persona, ma in questo nuovo romanzo la voce di Alice si alternerà a quella del suo amato, il Cappellaio Edmund, permettendoci di comprendere meglio la sua sfaccettata personalità.
Inoltre, come era già accaduto in precedenza, oltre ai fidati amici di Alice, incontreremo figure realmente esistite. In questo caso specifico il famoso Sigmund Freud – chi meglio di lui per interpretare i bizzarri sogni della nostra protagonista? O forse occorrerà un aiuto dal futuro da un amico inaspettato, ma sperato e atteso con incrollabile fiducia?
Mettevi comodi, il viaggio oltre lo specchio attende solo voi…

“Le persone cambiano, infinite sono le strade che queste prendono.
Nessuno le riporterà ad essere
ciò che erano.”

Il mio voto:

Sara Bellodi

Titolo: Alice Through the Looking Glass
 Autore: Alessia Coppola
 Casa Editrice: Dunwich (ebook), Autopubblicato (cartaceo)
 Costo: ebook euro 2,99 / cartaceo euro10,61
 Pagine: 260

Un Commento