Crea sito
Leggere in musica,  Recensioni

Leggere in musica: Presto con fuoco e Chopin

Presto con fuoco, Roberto Cotroneo: la nostra recensione in musica

Eppure deve esistere una calligrafia delle passioni.

81YBw4vZ3XLPresto con fuoco è la parola che diventa musica; è l’inseguimento di una verità custodita nel perduto e misterioso manoscritto della celebre ballata di Chopin, la quarta, quella che si distingue dalle precedenti per una maggiore complessità e che mostra degli spunti musicali e compositivi più maturi; è l’indicazione metronomica che va correttamente interpretata per avvicinarsi alla volontà originaria dell’autore. Presto con fuoco narra il ritrovamento di questo magico insieme di note da parte di un rinomato pianista, dell’intreccio che sembra crescere tra la sua vita e quella dello stesso Chopin. Due sole pagine discostano la partitura generalmente conosciuta da quella che entra in possesso del protagonista, due pagine che il pianista ha tanto atteso e che, contemporaneamente, teme di affrontare. E questa reverenza si legge costante nelle pagine, che scorrono sotto gli occhi del lettore come note gentili nelle orecchie di chi si concede all’ascolto, di chi si abbandona al trasporto di queste parole che suonano.
Nel procedere della narrazione il protagonista arriva a scoprire delle curiose connessioni tra la propria esistenza e quella del compositore polacco naturalizzato francese, sposo della letterata George Sand e, forse, amante libertino e omosessuale. Anime, pensieri, dita che si muovono su tasti neri e bianchi: il protagonista non le riconosce, non è certo della loro paternità; e la risposta sembra celarsi in quelle due pagine pentagrammate, cariche di note sottili e musica muta, in attesa di essere nuovamente liberata nel mondo, in attesa che giunga finalmente qualcuno in grado di suonarle nel modo giusto, donando all’indicazione chopeniana quel “presto con fuoco” a cui il loro compositore le aveva destinate.

Un romanzo senza dubbio colmo di fascino, quello di Roberto Cotroneo – selezionato per il Premio Campiello del lontano 1996; una storia capace di risvegliare nei lettori curiosità e attenzione, grazie a un linguaggio penetrante e profondo. Una notevole ricerca del linguaggio, con l’utilizzo generoso di immagini e termini che sembrano quasi andare a rappresentare una vera e propria “calligrafia delle passioni”.

Matteo Zanini

Titolo: Presto con fuoco
Autore: Roberto Cotroneo
Casa editrice: Mondadori - collana Voltapagina
Prezzo: euro 13,00
Pagine: 230