Oggi mi sento...,  Recensioni

Oggi mi sento… riflessivo

Perdersi, di Lisa Genova

“Persino allora, più di un anno prima, nella sua testa, non lontano
dagli orecchi, dei neuroni venivano strangolati a morte,
troppo in silenzio perché lei li sentisse. […]
Che fosse omicidio molecolare o suicidio cellulare, non erano
in grado di avvertirla di quello che stava succedendo, prima di morire.”

PerdersiSvariati studi hanno evidenziato la difficoltà a recuperare i ricordi di ciò che è accaduto prima dei tre anni d’età. Un periodo a cui non riusciamo più ad accedere, nonostante sia stato ricco di esperienze, incontri, situazioni. Di solito, comunque, prendiamo atto della cosa ed andiamo avanti con la nostra vita, creandoci il nostro bagaglio di nuovi ricordi, cercando di raggiungere i nostri obiettivi.
Ma cosa faremmo se all’improvviso ci trovassimo a dover affrontare una guerra – metaforicamente parlando – che sappiamo persa già in partenza, senza poter fare nulla per impedire la sua avanzata?
È quello che si trova a dover affrontare la protagonista del romanzo Perdersi di Lisa Genova.
Alice ha una vita invidiabile: all’età di cinquant’anni è una donna brillante, una stimata ricercatrice nell’ambito della psicologia cognitiva, possiede una cattedra all’Università di Harvard, è moglie e madre. Sembra la prova in carne ed ossa che con costanza e tenacia si può ottenere ciò che si desidera. Ma ad un certo punto, quasi come se fosse un brutto sogno, inizia a dimenticare. Dapprima sono dei lapsus talmente comuni e banali che vengono attribuiti alla stanchezza o all’eccessivo stress. Tuttavia aumentano ed iniziano ad alimentare il tarlo della paura finché non le viene diagnosticata una forma presenile di Alzheimer.
La paura si trasforma quindi in incredulità, poi in rabbia, poi in una sorta di accettazione, ed ancora in tentativi di fare qualcosa, ma la malattia riesce infine a cancellare anche ciò. Elimina ogni cosa. Senza distinzione alcuna.

L’autrice riesce a trasmettere – grazie alle numerose ricerche effettuate prima della stesura del romanzo –, pagina dopo pagina, questo senso di oppressione, di impotenza, di angoscia, tenendoci incollati alla lettura, sperando fino all’ultima parola in un miracolo.
Uno stile di scrittura coinvolgente, in grado di descrivere le innumerevoli sfaccettature dell’animo umano, da quelle più positive alle peggiori, mostrandoci un verosimile spaccato familiare di chi ha dovuto confrontarsi con questa terribile malattia.

Sara Bellodi

Titolo: Perdersi
 Autore: Lisa Genova
 Titolo originale: Still Alice
 Casa Editrice: Piemme
 Costo: € 9,90
 Pagine: 302