Crea sito
Oggi mi sento...,  Recensioni

Oggi mi sento…ironico!

4919_barney_1251275518Il romanzo La versione di Barney è stato pubblicato per la prima volta nel 1997 ed è arrivato in Italia esattamente dieci anni dopo, riscuotendo sin dalla sua prima pubblicazione un grande successo. È un’autobiografia scritta da parte di Barney Panofsky, un ebreo canadese che, ormai raggiunta la vecchiaia, decide di ripercorrere tutta la sua vita. Il motivo principale di questa scelta è quello di “rispondere” all’amico/nemico McIver che lo aveva accusato dell’omicidio di Boogie, un amico comune.
Barney descrive la sua vita dividendola in tre grandi capitoli intitolati alle sue tre mogli – Clara, la seconda signora Panofsky e Miriam – ma in realtà tutti i personaggi sono presenti nell’intero libro, perché il racconto è disarticolato e disordinato. Questa è la caratteristica principale del romanzo, che lascia in confusione il lettore per il primo centinaio di pagine, quando il malcapitato si trova costretto a districarsi nella selva di nomi e vicende, passate e presenti. Superato il primo scoglio, lasciandosi trascinare dal flusso di coscienza incontrollato di Barney, si entra nella storia e, un tassello alla volta, si riesce ad avere un quadro completo di questo personaggio fuori dalle righe e della sua vita. Barney non è infatti un uomo modello, né come amico, né come marito, né tantomeno come padre. È esagerato, casinista, ironico, dissacrante ed egoista e, come lui stesso si definisce, “cattivo”. Barney scrive anche a causa di queste sue pessime qualità: per riappacificarsi con la sua amata Miriam, l’unica donna che lui abbia mai amato e che ha irrimediabilmente perso per colpa di se stesso. Per questo descrive la sua vita, passando dalla giovinezza a Parigi tra artisti e letterati, al suo lavoro come produttore televisivo commerciale, ai suoi due divorzi e i suoi tre matrimoni, al rapporto in parte rovinato con i figli e a quello conflittuale con gli “amici”, all’accusa di omicidio, per concludersi con la sua vecchiaia minata dall’Alzheimer.

La versione di Barney è un romanzo incredibilmente divertente perché è davvero tanto ironico, ma è anche triste e mesto e Barney, il personaggio insopportabile che in realtà è solo umano, verrà assorbito dal lettore, che nei giorni seguenti alla lettura guarderà per un po’ il mondo come lo vedrebbe lui e lo commenterà a suo modo. Ci vorrà un bel po’ per toglierselo dalla testa, almeno per un po’…
…merda, merda e merda.

Alessandra Ditta

Titolo: La versione di Barney
 Titolo originale: Barney’s version
 Autore: Mordecai Richler
 Casa editrice: Adelphi
 Pagine: 490
 Prezzo: € 13, ebook € 6,99
 Da questo romanzo è stato tratto l'omonimo film del 2010, per la regia di Mordecai Richler, interpretato da Paul Giamatti e da Dustin Hoffman.