Crea sito
Recensioni,  Un libro per ogni lettore

Recensione: De Profundis

Caro Bosie,
dopo lunga e sterile attesa ho deciso di scriverti io, per il tuo bene come per il mio, poiché non vorrei proprio ammettere d’essere passato attraverso due lunghi anni di prigionia senza mai ricevere un solo rigo da te, una qualsiasi notizia, un semplice messaggio, tranne quelli che m’arrecarono dolore.

de_profundisLord Alfred Bruce “Bosie” Douglas, (1870–1945), uomo dalla bellezza femminea, dai capelli biondi e gli occhi chiari, fu l’amante del celeberrimo scrittore britannico Oscar Wilde.
Quando il padre di Bosie, il marchese di Queensberry, noto per aver posto le basi della moderna boxe, calunniò pubblicamente Wilde accusandolo di sodomia, lo scrittore lo querelò, istigato dallo stesso Bosie – che aveva un pessimo rapporto con il genitore – e dalla propria famiglia.
La loro scandalosa relazione costò a Wilde la pubblica gogna, il divorzio dalla moglie tradita, la perdita della patria potestà e una lunga controversia giudiziaria culminata con una condanna a due anni di lavori forzati presso i carceri di Wandsworthe e di Reading. Il carcere lo mutò profondamente – come si può leggere dai successivi scritti in sostegno delle precarie condizioni dei carcerati – e nel periodo di detenzione scrisse una lunga lettera ad Alfred, il quale non lo andò mai a trovare e in seguito avrebbe persino rinnegato la loro relazione.
Se in Lettera al padre Kafka ci insegna come i sentimenti più profondi siano la miglior forma di ispirazione letteraria, in De Profundis il dolore di Wilde, così palpabile e toccante, ci restituisce la natura più intima di un uomo distrutto dalle proprie scelte. Più de Il ritratto di Dorian Gray, scava in sentimenti inconfessabili al pubblico – in tempi per altro molto difficili per un omosessuale –, nelle dinamiche di una coppia forse male assortita. Non è un caso che questo libro venga definito “opera” e costituisca una pubblicazione a sé stante: restituisce a Wilde una dignità sociale che il processo gli aveva tolto, ma contribuisce anche a liberarlo da quell’immagine goliardica, di perenne provocazione quasi fine a se stessa e geniale autore involontario di aforismi. Oscar Wilde è stato molto più di un eccellente scrittore, era un fine conoscitore dell’essere umano, De Profundis parla di lui più di qualunque postfazione o critica letterario, è il suo testamento postumo che nessun suo estimatore può esimersi dal leggere.

Jay Perry

Titolo: De Profundis 
Autore: Oscar Wilde
Titolo originale: De Profundis 
Pagine: 147
Casa editrice: Feltrinelli 
Prezzo: € 7,00