Crea sito
Recensioni,  Un libro per ogni lettore

Recensione: I Promessi Sposi, la Passione e il gatto che non voleva stare solo

Promessi Sposi_per MassimoSe il vostro desiderio è quello di tuffarvi in un mondo improbabile, composto da personaggi improbabili che si affannano in azioni improbabili, I Promessi Sposi, la Passione e il gatto che non voleva stare solo è di certo il romanzo adatto a voi. In un piccolo paese del Nord Italia, Barlume di Sotto, il bizzarro sindaco Bertone si dichiara esausto della situazione che assilla i suoi concittadini: un inspiegabile numero di morti e suicidi sta rapidamente spopolando il circondario. Persino il parroco del paese – don Primo – decide di dare le dimissioni e andarsene.
Per ovviare alla situazione (e al conseguente rischio di non potersi più definite sindaco), Bertone si aggrappa a una soluzione che di geniale ha dir poco: mettere in scena una rappresentazione teatrale che coinvolga la popolazione ancora sopravvissuta e invitare, come testimonial dell’evento, nientemeno che Angela Lansbury. La vittima della decisione dell’uomo diviene la celebre opera di Alessandro Manzoni, che verrà sconvolta e smembrata fino a conservare veramente poche ombre degli originali “Promessi Sposi”.
Le pagine di questo romanzo scorrono con discreta lentezza; purtroppo è come se le vicende (scarse e spesso ripetitive) non riuscissero a unirsi per creare quella melodiosa sensazione che accompagna i grandi racconti e appassionano i lettori. La trama e i personaggi coinvolgono poco e l’assurdità delle vicende, se inizialmente può strappare un sorrisetto forzato, finiscono ben presto con l’annoiare. Se solo Jessica Fletcher fosse realmente comparsa, forse, ci sarebbe stata l’occasione di qualche brivido in più; al contrario, ci si deve accontentare di una carezza al praticamente inesistente gatto Durdu – forse l’unico personaggio dotato di un certo spessore e, soprattutto, di una ferrea coerenza.

Matteo Zanini

Titolo: I Promessi Sposi, la Passione e il gatto che non voleva stare solo
Autore: Massimo Brusasco
Casa editrice: Lineadaria Editore
Prezzo: € 16,00
Pagine: 242