Crea sito
Un libro per ogni lettore

Recensione: “La ragazza nel parco”, di Alafair Burke

La ragazza nel parco” è il primo libro di Alafair Burke che ho letto: curiosissima di scoprire una nuova autrice e piena di voglia di buttarmi in un avvincente thriller, ho quindi iniziato questo libro con altissime aspettative.

Il romanzo si apre con un interrogatorio: ci troviamo al distretto di polizia di New York e a Jack Harris vengono fatte domande in merito a una sparatoria avvenuta poche ore prima.

La storia che racconta Jack su dove e sul perché si trovava nel luogo del misfatto, però, non convince gli investigatori.

Quella stessa mattina, il telefono squilla e – ancora con i postumi di una nottata alcolica – Olivia Randall risponde al telefono. Non riconosce la voce femminile dall’altra parte della cornetta ma, con un semplice nome, Olivia viene convinta a vestirsi e correre subito al commissariato: il nome che sente pronunciare è proprio quello di Jack.

I due – infatti – si conoscono, sono stati fidanzati tanti anni prima, si sono visti costretti a un reciproco allontanamento, a causa di un tradimento e di segreti ancora non confessati.

Ecco, però, che Olivia incontra nuovamente Jack sul proprio percorso, questa volta – però – accompagnato da un’accusa per triplice omicidio.

Senza pensarci due volte, decide di difenderlo – poiché ritiene che sia giusto così  – e farà di tutto per farlo scagionare.

La storia che ci viene raccontata è molto lineare: insieme ad Olivia, infatti, cercheremo di raccogliere prove e informazioni per dimostrare che Jack sia innocente. Eppure, più si va avanti e più alcuni punti della storia raccontata dall’uomo non tornano; a pulsare restano una serie di interrogativi: perché Jack si trovava quella mattina al parco? Perché uno degli uomini uccisi era il padre del ragazzo che aveva ucciso sua moglie? Perché la misteriosa ragazza nel parco di cui parla tanto Jack non risponde alle email e non si è ancora fatta viva?

Troppi dubbi e poche certezze portano Olivia, fino a quel momento sicurissima dell’innocenza del suo assistito, a dubitare dell’uomo che credeva di conoscere, l’uomo che aveva amato e con cui aveva passato diversi anni della sua vita.

Un libro pieno di segreti, di verità non dette e di vite che s’intrecciano. Un thriller interessante, pieno di colpi di scena e con un finale non banale.

Peccato solo che sia arrivata alla soluzione del caso un centinaio di pagine prima della fine. Nonostante questo la Burke è riuscita a tenermi incollata alla sua storia e ai suoi personaggi ben creati con una scrittura semplice e lineare.

Il mio voto:

Alessia Cozzi

Titolo: La ragazza nel parco
Autore: Alafair Burke
Casa editrice: Piemme
Prezzo: 13 euro
Pagine: 324