Recensioni,  Un libro per ogni lettore

Recensione: “Ross Poldark” di Winston Graham

Primo capitolo della saga familiare dei Poldark, pubblicato per la prima volta negli anni ’40.
Siamo alla fine dell’700, alle porte della rivoluzione industriale e la storia si struttura attorno al personaggio di Ross Poldark, un giovane ragazzo inglese che dopo la guerra decide di tornare in Cornovaglia dalla sua famiglia e dal padre.
Al suo ritorno noterà che molte cose sono cambiate, il padre è deceduto, la casa della sua infanzia è lasciata allo sbaraglio e la donna che ha sempre amato ha deciso di non aspettarlo e di sposarsi con il cugino.
Nonostante questo ritorno così destabilizzante per Ross, riuscirà a tirarsi su le maniche, risistemerà la tenuta di Nampara diventandone il signore e riprenderà in mano la sua vita, anche per mostrare a Elizabeth (la donna che amava e ancora ama) tutta la sua forza d’animo.

Oltre al personaggio di Ross, ci viengono raccontate le vite e le storie di altri personaggi della sua famiglia: Verity, sua cugina con cui ha un rapporto di fratellanza. Una donna dedita alla famiglia ma con un amore impossibile che la perseguita.
Il cugino Francis, sempre pronto a criticare, ad invidiare e che inizia a passare la sua vita tra lotte clandestine e giochi di carte.
Elizabeth, che cercherà di farsi dimenticare da Ross ma che nei momenti più difficili della sua vita farà di tutto per riconquistarlo.
Poi abbiamo Demelza, una ragazzina tolta ad un padre violento e presa nella tenuta di Nampara come sguattera. Il rapporto tra quest’ultima e Ross evolverà fino a sfociare in un grande amore.
Sono personaggi bellissimi perché molto sfaccettati e diversi tra loro e la bravura dell’autore sta proprio nel fatto di riuscirgli a descrivere rendendo ogni personaggio unico e diverso dagli altri.

La vita di Ross non girerà solo intorno ai membri della sua famiglia ma si allargherà agli abitanti del paesino in cui vive. Anche loro, se pur in maniera molto più superficiale, vengono descritti e rendono la narrazione molto più dinamica.

Il romanzo nonostante sia narrato in terza persona, lascia molto spazio ai pensieri di Ross, questo ci permette di avvicinarci ancora di più al protagonista.
Una tra le protagoniste importanti dell’intero romanzo è sicuramente la Cornovaglia, ci viene descritta davvero in maniera meravigliosa, il suo mare, se sue coste e i campi pieni di fiori, sembra proprio di essere li e di respirare la stessa aria di Ross.

La bellezza di questo romanzo sta anche nel fatto che non si sofferma a raccontare la vita di Ross e della sua famiglia ma ci racconta anche uno spaccato reale della vita di quei tempi, un pezzo di storia fondamentale per la narrazione.

Il mio voto:

Alessia  Cozzi

Titolo: Ross Poldark
 Autore: Winston Graham
 Casa editrice: Sonzogno
 Prezzo: 18,50 euro / E-book: 9,99 euro
 Pagine: 432