Recensioni,  Un libro per ogni lettore

Recensione: The Graveyard Book, Neil Gaiman

COVER-The-Graveyard-Book-per-il-web-low_rgbApprocciarsi ad un opera di Neil Gaiman per il sottoscritto è sempre difficile; lo faccio con quel misto di reverenza e amore che solo i più grandi autori suscitano.
La storia è semplice, come solo quelle di Gaiman possono essere: Nobody (nessuno) Owen è un ragazzino normalissimo che vive in un normalissimo…cimitero! Fin da bambino è cresciuto tra tombe ed alberi, i fantasmi giocano con lui ed il suo tutore sembra Dracula di Bela Lugosi. L’autore inglese ci accompagna attraverso la crescita del piccolo fino all’età adolescenziale, circondato da tutti gli abitanti di questa strana città dei morti. Pensate che faccia paura? Al contrario scoprirete che la vita oltre la morte ha gioie e dolori come la nostra e che ogni cimitero è un luogo pieno di storie da essere raccontate.
Ovviamente c’è un motivo per cui Bob (cosi viene chiamato da tutti i fantasmi) è sospeso tra la vita e la morte e presto il ragazzino capirà cosa il fato ha in serbo per lui, ma scoprirete la risposta solo leggendo questo piccolo gioiello di fantasia.
Anche in questo caso l’autore inglese riesce a stupire e stranire: The Graveyard book prima di essere una graphic novel è stato un libro, Gaiman nel trasformarlo in fumetto, disegnato da alcuni dei più grandi fumettisti contemporanei, lo ha rivitalizzato e modificato ancora, creando una storia se non del tutto nuova comunque diversa dall’originale.
Al contrario di altre opere di Gaiman i disegni rimangono su un piano standard dove i personaggi e lo stile non vengono mai stravolti dall’approccio di diverse matite all’opera.
E a fine lettura non potrete che pensare come il sottoscritto: “Ci vorrebbe più Gaiman in questo mondo!”.

“È questa la differenza tra i vivi e i morti, vero? – continuò la voce. Era Liza Hempstock a parlare, Bod l’aveva capito, anche se la giovane strega non si vedeva da nessuna parte. – I defunti non ti deludono. Hanno vissuto la loro vita, hanno fatto quel che hanno fatto. Noi non cambiamo. I vivi, invece, ti deludono sempre, non è vero? Conosci un ragazzino nobile e coraggioso, e quando cresce ecco che scappa via. […] Noi del cimitero vogliamo che tu resti vivo. Vogliamo che tu ci sorprenda e ci deluda, ci impressioni e ci stupisca. Torna a casa, Bod.”

Il mio voto: 

Marco Castelletti

Titolo: The Graveyard Book
 Autore: Neil Gaiman, AA.VV.
 Casa editrice: Nicola Pesce Editore
 Prezzo: euro 22
 Pagine: 358