Recensioni,  This is Halloween

#ThisIsHalloween: “La casa delle bambole infestate & La Mezzatinta”, di M. R. James

Un’ulteriore domanda è: voi credete nei fantasmi? Alla quale io rispondo che sono disposto a considerare l’evenienza e ad accettarla se essa mi soddisfa.

Il tema delle case infestate è un potentissimo leit-motiv dei testi del terrore; tale pretesto assume un valore ancor più simbolico e – a seconda dei casi, degli autori e delle intenzioni – agghiacciante quando la dimora invasa dagli spiriti assume le sembianze di una casa delle bambole. Le dimore e le loro spettrali metamorfosi sono al centro de “La casa delle bambole infestata e La Mezzatinta”, due racconti dell’inglese Montague Rhodes James proposti in edizione italiana da ABEditore – collana Piccoli Mondi Plus – grazie alla traduzione e alla curatela di Enrico de Luca. All’interno di queste brevi narrazioni è possibile riscontrare una sola, unica e perfetta protagonista: una casa infestata. Se nel primo caso si tratta di una casa delle bambole, nel secondo racconto – antecedente e foriero di ispirazione per quello d’apertura – è l’incisione (la Mezzatinta del titolo, per l’appunto) di una residenza stregata a spiazzare, spaventare e incuriosire i protagonisti della vicenda.

Era una mezzatinta piuttosto mediocre, e una mezzatinta mediocre è, forse, la peggior forma di incisione conosciuta.

In “La casa della bambole infestata” viene affrontato il tema della possessione non soltanto intesa in relazione alle stanze della dimora e agli elementi che ne impreziosiscono gli ambienti; nella possessione degli abitanti in miniatura della casa si riflette la possessione di chi osserva immobile e impreparato le agghiaccianti visioni e le misteriose concretezze senza più poter contare sull’ausilio del realismo, di una mente scevra dal condizionamento. Ne “La Mezzatinta”, invece, il tema passa all’immagine e al suo autonomo attributo cangiante, che varia nel tempo – anche brevissimo – gettando scompiglio e terrore negli occhi degli osservatori, impotenti dinnanzi al volere di una forza oscura che non si lascia comprendere né contenere.

Il sonno lo raggiunse piuttosto tardi; ma fu consolante riflettere sul fatto che il comportamento dell’immagine non dipendesse dalla sua testimonianza isolata.

Come si confà a racconti di questo genere, che assorbono in sé – restituendolo al lettore – tutto il gusto (non solo tematico ed estetico, ma anche narrativo) del racconto gotico classico, quel che resta a chi ne attraversa le pagine è un sottile velo di inquietudine, troppo poco spesso per spingere alla paura e, insieme, sufficientemente coprente da stimolare la suggestione.

Un’antologia che l’edizione rende ancor più pregiata grazie ai contenuti grafici ad opera di Miriam Tritto, di cui è possibile ammirare gli “studi preparatori” in appendice al volume.

Matteo Zanini

Titolo: La casa delle bambole infestate & La Mezzatinta
Autore: Montague Rhodes James
Traduttore e Curatore: Enrico de Luca
Casa editrice: ABEditore
Prezzo: € 9,90
Pagine: 100

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.